Come curare l’Ansia

curare l'ansia

Per una persona che soffre di un disturbo d’ansia esistono diverse modalità di intervento, nonché differenti terapie che il paziente può assumere per fronteggiare questa malattia.

Tra quelle generalmente più conosciute vi sono le terapie farmacologiche a base di ansiolitici, solitamente affiancate alla psicoterapia, in cui i conflitti e le problematiche vengono rese note alla persona e sottoposte alla sua parte cosciente.

Questo in quanto si è della convinzione che la sola medicina non possa essere sufficiente a fronteggiare un disturbo così particolare.

Bisogna comunque stare molto attenti all’assunzione di ansiolitici, mai strafare o assumerne in maniera continuativa in quanto possono anche portare ad assuefazione, quindi bisogna sempre cercare di seguire le indicazione del medico che vi dirà come usare i farmaci e per quanto tempo.

Esistono anche degli altri metodi, sostanze assunte per la loro proprietà ansiolitica, come ad esempio alcune erbe, quali la camomilla, oppure la valeriana che non necessitano di alcuna prescrizione medica.

Poi vi sono delle tecniche appropriate per prevenire gli stati d’ansia, come una dieta adeguata, ad esempio limitando l’assunzione di caffeina o teina, dello zucchero, che rappresentano alimenti fortemente eccitanti, più in generale cercare di avere un alimentazione sana senza eccessi.

Anche in questo caso non può mancare l’esercizio fisico, utile per alleviare lo stress che si accumula quotidianamente, ma bisogna cercare comunque di fare esercizio in maniera graduale, in quanto per coloro i quali soffrono di un disturbo d’ansia, le palpitazioni che sono naturali per chi fa sport, possono invece provocare in pazienti con tale disturbo dei veri e propri attacchi di panico.

Anche mettere in atto tecniche di respirazione può aiutare, soprattutto quando ci si trova ad avere un attacco di panico; cercare di avere un sonno regolare durante la notte, evitando riposini durante il giorno che possono poi portare ad insonnia e successiva ansia è utile; oppure tecniche di rilassamento, come seguire dei corsi di yoga, meditazione, persino auto-ipnosi, che sono finalizzati proprio a gestire lo stress.

Anche gruppi di auto-mutuo-aiuto possono risultare un sostegno molto importante per chi soffre di disturbi d’ansia, sono dei veri e propri gruppi di persone che si incontrano in quanto accomunati da una stessa problematica, questi permettono di avere contatti e confrontarsi con individui che capiscono la situazione e le conseguenze che questo disturbo può provocare, dando la possibilità a tutti i componenti di aprirsi e manifestare i propri disagi, sentendosi compresi e accettati permettendo un miglioramento sia dei sintomi che dei malesseri.

Infine rivolgersi ad uno specialista come lo psicologo San Benedetto del Tronto o di altre località, può sicuramente essere la scelta più sensata.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...